Never Again: la storia del nuovo singolo (guarda il video)

Quando una band pubblica un disco, un singolo o un video, ciò che si vede solitamente è solo la parte finale del processo. Noi crediamo che valga la pena raccontare anche la storia e il vissuto che porta a compimento un prodotto artistico. Questo è il racconto di “Never Again” con cui torniamo a pubblicare materiale inedito dopo “On the run” del 2017.

Rosario: “Il singolo rappresenta la parte musicalmente meno estrema e liricamente più profonda della produzione della band”.

>SCARICA NEVER AGAIN EP – 4 BRANI IN PURO STILE HATE INC.<

Ancora una volta abbiamo cercato di rielaborare il nostro sound, ancora una volta abbiamo cercato di fare le cose diversamente da come le abbiamo fatte finora.

E’ un singolo che ha spostato l’attenzione dall’aggressività delle nostre prime produzioni, all’impatto emotivo, non solo lirico, ma anche armonico nelle varie parti di cui si compone.

Vincenzo: Never Again è un brano che riesce a rappresentarci tutti e 4 con uno sguardo sempre critico e disilluso sulle nostre vite e sui rapporti umani in generale. “LOVE IS GONE: THIS TIME FOREVER”: è la chiave del brano, una presa di coscienza sulle vite che cambiano, sulle persone che vanno, magari tornano ma sicuramente non restano. Parliamo di disincanto. Forse perché, crescendo, la rabbia si trasforma in riflessività. Una particolarità? Dopo averlo scritto mi sono accorto che non esisteva un vero e proprio ritornello.

La tracklist si compone di 4 brani, il singolo “Never Again” arricchito da 2 remix da Bipolar Spectrum Disorder “Benzodiazepine Quiet Version” e “Big Brother EBM RMX“, più l’inedito “In Death we trust

 

Per la realizzazione deI brano siamo stati in tanti posti diversi per poi finalizzare il tutto con Pierangelo Ambroselli che si è occupato anche delle riprese di batteria. Partiamo quindi dal ringraziare chi ha collaborato al progetto:

  • Riprese vocali: Ivan Porcelli
  • Riprese chitarre & basso: Salvatore Buzzerio @ Studio Gaudio
  • Riprese batteria: Pierangelo Ambroselli @ AG Studio
  • Mix & mastering: Pierangelo Ambroselli
  • Produzione: Vincenzo Pavese

Non avevamo alcuna fretta così ci siamo presi il tempo che serviva per ogni step del processo di produzione. Vincenzo ha definito la struttura del brano per poi lasciare a Davide la possibilità di spaziare nella definizione dei pattern ritmici che sarebbero poi stati incisi.

Davide: È stato tutto molto semplice in quanto avevo già in mente la parte di batteria prima ancora di sedermi dietro le pelli. C’è un ostinato ritmico sul charleston nelle strofe molto divertente da suonare ma che, devo essere onesto, mi ha creato non pochi problemi all’atto pratico!
Ho risistemato il set di batteria aggiungendo i due tom da 10” e 12”, che normalmente non utilizzo, e spostato il timpano da 14”, che prima usavo come unico tom, alla sinistra del charleston. Questo per aver più possibilità di esecuzione “aperta”.

Una modalità di lavorazione che ha permesso la massima autogestione fino alla fine. In questo, la scelta degli ambienti di lavoro e dei collaboratori ha aiutato molto perché la band è sempre rimasta situazioni confortevoli e professionali. Per le chitarre ad esempio Salvatore ci ha ospitati nello studio in cui lavora: lo Studio Gaudio di Talsano.

Salvatore: La parte strumentale di Never Again è stata realizzata presso lo Studio Gaudio con cui collaboro da anni. Abbiamo registrato le chitarre con un Line6 Pod HD su un un Marshall JCM 900 microfonato con un dinamico e un condensatore che entravano in un Neve 5032 e un Ua710. Anche il basso è passato dal sistema Pod, ma non abbiamo usato l’amplificatore, quello che sentite è il blend tra basso pulito/basso effettato. Ho avuto libertà di suonare anche la chitarra insieme a Vinz, ed alcuni giochini elettronici… Dopo questa esperienza, per un periodo ho pensato di aver scelto lo strumento sbagliato!

Rosario: dopo il palco lo studio è il nostro habitat naturale, dove il tempo e lo spazio non esistono, non esiste il lavoro, non esistono le pressioni: c’è solo la magia delle idee che prendono forma e tutti i problemi trovano soluzione nella catarsi creativa. Tutti i musicisti possono comprendere bene cosa intendo.

Vincenzo: Per le voci sono stato ospite di Ivan Porcelli, che ringrazio. Per la prima volta non ho registrato le voci da solo e mi sono potuto concentrare esclusivamente sulla performance. Non sono mai stato un usignolo ma ho cercato di dare il massimo dell’espressività, ho provato a cantare insomma.

La realizzazione del video, per cui ringraziamo il nostro amico e fan Angelo (disponibilità top!), ci ha permesso di stare insieme per due giorni di seguito. Ormai capita sempre più raramente, ma sono momenti che servono a farci percepire che questa band dopo oltre dieci anni ha ancora un legame umano molto forte. Un legame che ci ha permesso di sopravvivere ai cambiamenti, anche radicali, delle nostre vite e che ci continua a dare ancora stimoli per il futuro. Adesso quello che speriamo di fare è ritornare ad un’attività live costante, anche perchè abbiamo tanti brani nuovi da far ruggire sul palco!

“World changes even if we don’t” – Begbie Trainspotting 2

>SCARICA NEVER AGAIN EP – 4 BRANI IN PURO STILE HATE INC.<

Never Again per noi:

Salvatore: Never Again rappresenta per me l’inizio di un nuovo periodo musicale ed anche umano, probabilmente più adulto e consapevole. Come al solito, abbiamo puntato tutto sull’impatto sebbene alla ricerca di soluzioni semplici e fruibili anche dai non amanti del genere.

Davide: l’anno scorso purtroppo ho perso mia mamma. Inutile dire che una parte di me è andata via con lei.
Nonostante il brano non tratti direttamente di questa tematica, non posso fare a meno di pensare a lei nella parte finale del pezzo quando si ripete in maniera ossessiva “I never gonna see you again” per terminare con “I never gonna feel..again”.

Rosario: questo brano è un urlo liberatorio, si evolve in maniera molto naturale. Dall’intro calmo quasi sussurrato alla fine del brano caotica, ossessiva, distorta. Momenti melodici, più calmi e ritorni di ritmo, potenza, carica. Questo brano è così… come la vita.

Questo è il nostro racconto, dietro un brano o un disco c’è sempre una storia, e quella storia vale la pena di essere condivisa con chi ci segue da poco o da tanto. Non importa come, ma siamo connessi.

Never Again è dedicato alla memoria di Annamaria Catucci.

2018-02-19T23:36:36+00:00